QUAL'E' LA SITUAZIONE ATTUALE DEL MERCATO DELLA RISTORAZIONE ITALIANA?




La ristorazione in Italia è importante sia sul piano culturale sia dal punto di vista commerciale e lavorativo. Il gradimento degli italiani per i pasti fuori casa è forte: oltre 5 milioni di persone fanno colazione al bar e 13 milioni pranzano presso un’attività ristorativa.



Per capire quale sia la situazione del mercato e del lavoro in questo settore, va chiarito in primis il concetto di ristorante.

Oggi il termine “ristorante” non dice abbastanza, meglio parlare dei ristoranti al plurale perché le tipologie sono tante e differenti. Ne consegue che questo mercato è tra quelli che possiedono il più elevato livello di #competitività: è quindi necessario che ognuno cerchi la propria strada per #differenziarsi e attirare i potenziali clienti, evitando di omologarsi a tante altre attività.

Tuttavia, chi sono gli imprenditori e i dipendenti d’oggi della ristorazione?
Oltre agli esperti, si nota che attualmente parecchie attività sono aperte da #giovani che cercano di sviluppare proposte alternative e nuovi format. 

Per quanto riguarda invece il personale, la necessità è questo settore sia flessibile: molte attività purtroppo reggono molto sui picchi di lavoro, gran parte del fatturato si ricava infatti nel fine settimana: quando il cliente c’è va servito, quando non c’è il personale è superfluo, proprio per questo è importante che l'attività venga programmata per garantire la giusta continuità

Dai dati sopra delineati, si può concludere che il mercato attuale della ristorazione italiana è in #crescita: dinamico, giovane e in continua evoluzione, con possibilità di lavoro sia per chi ha già esperienza e per chi ancora non l’ha maturata.

Quindi, se sei appassionato ed interessato al lavoro in questo settore, cosa stai aspettando? Il mercato della ristorazione sta aspettando te!

Condividi con noi la tua esperienza………


Commenti

Post popolari in questo blog

IL BUSINESS DELLA RISTORAZIONE VIETA L’IMPROVVISAZIONE!

Il marketing della ristorazione: obiettivi e strategie

Il pensiero del lavoro provoca ansia, preoccupazione, pesantezza?